Milanometropoli.com

la comunità virtuale di Milano

skyline milano

 

Ristoranti e Locali
 

 


Mattarella dimentica di essere il Presidente della Repubblica Italiana

Incredibile e vergognoso ciò che sta accadendo nelle nostre istituzioni. Il presidente della repubblica Mattarella ha ricevuto da Di Maio e Salvini l'indicazione di un nome condiviso per l'incarico di Presidente del Consiglio.

Pareva essere la soluzione ideale, tutti d'accordo, c'è il programma, c'è il nome, c'è la maggioranza.... ma chi non c'è è la correttezza istituzionale che è dovuta ai rappresentanti dei partiti, ma soprattutto ai cittadini italiani che il 4 marzo hanno votato e hanno dichiarato senza ombra di di volere un governo di cambiamento.

Il Presidente Mattarella riflette... certo prima dell'accordo voleva fare un governo neutrale promosso da lui perchè era passato inutilmente troppo tempo dalle elezioni, ora invece non ha più fretta. Prende tempo, mentre l'Europa tutta ci insulta, ci dileggia, ci ammonisce, ci minaccia. Lui, unica voce istituzionale della repubblica, tace e prende tempo, invece di rispondere che deve essere risposto a tutte queste ingerenze, lui prende tempo.

Abbiamo capito che il nuovo governo non piace all'Europa, ma diciamo con forza che non deve piacere all'Euroa, deve piacere agli italiani che lo hanno scelto con una grande voglia di cambiare.

Il vergognoso temporeggiare del colle ci avvilisce, ci fa capire che il nuovo governo (se e quando nascerà) avrà vita durissima, sarà ostacolato da tutti perchè, cari amici, cambiare un sistema di corrotti e corruttori a tutti i livelli istituzionali, non è facile. Si toccano troppi interessi, si scardinano troppi sistemi di potere, si vanno a toccare nervi scoperti che fino ad ora hanno agito indisturbati.

Ricordo di aver assistito anni fa ad una conferenza alla Università Cattolica di Milano, sull'impegno politico. Il relatore disse a tutti i giovani presenti una frase che non ho più dimenticato: "Un sistema non accetterà mai di cambiare dall'interno, nessuno ama suicidarsi", aveva ragione! In tutti questi anni quante volte abbiamo sentito che i partiti tradizionali a avrebbero cambiato tutto? Non lo hanno mai fatto.

Ci hanno pensato gli Italiani: brava gente che ha sopportato tutte le scelte assurde che l'hanno condotta ad un livello di povertà impressionante, alla perdita dei risparmi, delle case, del lavoro, delle speranze per i figli. Gli italiani hanno reagito e con il loro voto hanno manato a gambe all'aria anni e anni di strapotere italiano ed europeo.

Un richiamo da giornalista a tutta la mia categoria: ma come potete essere così ancorati al potere che muore, coraggio alzate la voce. Voi scrivete su giornali importanti, nazionali, io solo su questo giornale e su alcuni blog, ma la libertà di espressione mi autorizza a scrivere ciò che penso sempre, anche ora. Certo io non ho contributi statali da ricevere....

Il silenzio del Colle è inquietante, non mi piace, non piace nemmeno agli italiani, quelli onesti che sperano in un cambiamento, qualsiasi esso sia. Si, Presidente Mattarella è davvero grave il suo silenzio e il suo temporeggiare. Ricordi lei è il nostro presidente.

Manuela Valletti - The Milaner

 

 

Corso Barman a Milano

Barman e HACCP: esiste l'obbligo nella somministrazione alcolici?

Al bancone, ogni lavoro può essere differente, ma in generale nella somministrazione di bevande e alimenti, è necessario per poter lavorare in questo settore, seguire un corso HACCP.
Si tratta di un corso che, per quanto riguarda i barman, è dedicato all'abilitazione della somministrazione delle bevande nei pubblici esercizi.
Seguire un corso da barman a Milano riconosciuto rappresenta la base del mestiere, a cui poi si deve aggiungere un corso di formazione HACCP, per conformarsi con gli obblighi di legge, che sono gestiti a livello regionale e in questo caso dalla Regione Lombardia.
L'attestato HACCP (Hazard-Analysis and Critical Control Points - analisi dei rischi e controllo dei punti critici), è fondamentale e obbligatorio per tutti gli operatori del settore alimentare, dato che riveste un ruolo importante nella sicurezza alimentare e salute pubblica.
Non appena un barman o un operatore al bancone prende servizio all'interno di un'attività in cui si producono o trasformano alimenti e bevande, è necessario che abbia ottenuto l'attestato HACCP. Nel caso del lavoro del bar, è obbligatorio anche per chi vende e somministra, trasporta o immagazzina i prodotti. E quale massima preparazione e trasformazione se non un cocktail?

I rischi alimentari nella preparazione del bar

 

Ogni attività lavorativa che presuppone il contatto con gli alimenti, deve essere quindi eseguita sapendo bene quali sono gli eventuali rischi riguardo le bevande e gli ingredienti somministrati.
I rischi che si possono incontrare nelle preparazioni cocktail e nel lavoro di barman, sono dovuti a rischi microbiologici e chimici, durante le fasi di preparazione e somministrazione bevande.
Si deve tenere conto delle temperature obbligatorie per il mantenimento dei prodotti e ingredienti, come nel caso degli alcolici. Inoltre, si deve tenere il piano di lavoro pulito e disinfettato, come prescritto dalle norme di igiene e qualità.
La formazione HACCP per barman punta a far conoscere i punti di criticità alimentare, e le regole di igienistica. Soprattutto, tratta i rischi della contaminazione alimenti e bevande.

Nel programma dei corsi HACCP sono affrontate nozioni sui principi di conservazione alimenti e bevande, sulle malattie trasmesse dagli alimenti, i principi di conservazione alimentare, le strategie di pulizia e sanificazione.
I protocolli sull'igiene e sicurezza del settore alimentare, saranno studiati con nozioni fondamentali anche per arricchire un percorso professionale che parte dai corsi barman, passa per l'HACCP e può proseguire con corsi di specializzazione.
È bene sapere che l'attestato HACCP richiede degli aggiornamenti e presenta delle scadenze, che variano a seconda delle leggi regionali in Lombardia. Per questo, occorre rinnovarlo a norma di legge seguendo con attenzione le scadenze.

Il manuale HACCP

La redazione del manuale HACCP è d'obbligo per i titolari del bar, e deve essere scritto in collaborazione da un'azienda specializzata in materia, dato che viene richiesto nei casi stabiliti dalla legge come documento da esibire agli organi di vigilanza durante i controlli nei bar e nei locali.

All'interno del manuale HACCP sono stabiliti i nominativi dei responsabili dei processi di somministrazione, produzione e manipolazione alimentare nel bar.
Per questo motivo, anche se non è d'obbligo averne conoscenza per un barman, saperne di più anche sulla redazione del manuale HACCP è importante e può arricchire il proprio curriculum vitae, anche ai fini dell'apertura in proprio di un locale.

 


chi siamo note legali blog eventi facebook Pubblicità   contatti

SPONSOR 

BISCIONE

CHI SIAMO

Milanometropoli.com è una grande comunità virtuale che permette ai visitatori di conoscere Milano e ai commercianti di farsi conoscere. Questo è il fine che ci siamo ripromessi e che sta avendo molto successo.

categorie



Attendiamo i vostri eventi,
li pubblicheremo sul nostro blog

segnala appuntamento

I SITI DEL NOSTRO NETWORK