NOTIZIE DALLA METROPOLI

Ecco  Milan Human Technopole

Milano, 2 ottobre 2019 – Sette scienziati di fama internazionale, cinque italiani, un croato e un austriaco, guideranno allo sviluppo dei primi centri di ricerca della Fondazione Human Technopole, il nuovo istituto italiano per le scienze della vita sorto nell’ex area Expo. Il reclutamento degli scienziati è iniziato nei mesi scorsi e andrà avanti anche nel prossimo anno, tramite una procedura di selezione internazionale guidata dal comitato di gestione di Human Technopole e attraverso commissioni di esperti indipendenti. I sette studiosi scelti finora hanno costruito la propria carriera in alcuni dei più importanti istituti di ricerca di tutto il mondo e per la maggior parte di loro questa è la prima esperienza di lavoro in Italia.

Human Technopole

Gli scienziati

Piero Carninci, Alessandro Vannini, Giuseppe Testa, Francesco Iorio, Gaia Pigino, Nereo Kalebic e Florian Jug opereranno nelle aree di ricerca di genomica, biologia computazionale, neuro-genomica e biologia strutturale: ogni centro comprenderà laboratori propri oltre ad avviare collaborazioni con università, altri centri di ricerca analoghi e ospedali. Tre di loro – Vannini, Testa e Iorio – sono già al lavoro per seguire i primi dottorandi di Human Tecnhopole, due dei quali selezionati grazie alla collaborazione che l’istituto di ricerca ha avviato con SEMM, la Scuola europea di medicina molecolare. Gli altri continueranno a lavorare nelle loro attuali strutture per i prossimi mesi, coollaborando con il centro in qualità di consiglieri scientifici. “La Fondazione si arricchisce di scienziati di altissimo livello, selezionati sulla base dei Cv e di colloqui tra le oltre 150 candidature ricevute  – sottolinea il direttore di Human Technopole, Iain Mattaj – Si tratta di un importante passo avanti e contiamo di poter annunciare a breve un numero limitato di reclutamenti aggiuntivi”.