MILANOMETROPOLI.COM

Tra le "Cento Milano" una città d'acque

Un percorso insolito alla riscoperta di conche, canali, alzaie, chiuse, antichi approdi e reticoli d'acqua che appartengono alla storia dimenticata della città. Trenta giorni di eventi e spettacoli in vari luoghi

I NAVIGLI- milano
il Naviglio grande

L'acqua è l'elemento che più di altri ha caratterizzato la storia e il paesaggio di Milano, un antico e prezioso legame  di cui oggi ben poche sono le testimonianze visibili  in città e nella memoria  dei milanesi. Conche, canali, alzaie, chiuse, antichi approdi e reticoli d'acqua sono solo un  ricordo sbiadito di una passato ormai lontano di cui, a volte, non si sospetta neanche l'esistenza.


In omaggio a questi luoghi, nasce “La Milano dell'acqua ” un percorso turistico insolito, nato da un‘idea dall'Assessore al Turismo, Marketing Territoriale, Identità Massimiliano Orsatti e dalla creativa direzione artistica di Mario Migliara. Un itinerario inconsueto che si compone di oltre 20 appuntamenti che, da giovedì 14 febbraio a sabato 29 marzo, condurranno i milanesi a riscoprire luoghi suggestivi: l'Acquario Civico, i Navigli, le storiche marcite di Cascina Linterno e i meno noti canali coperti di Milano.

“Grazie a questo nuovo percorso i turisti, ma anche molti milanesi, potranno visitare e scoprire la nostra città e il suo  territorio attraverso una prospettiva inaspettata e insolita per Milano, l'acqua. Lo scorrere dei navigli con i suo ritmi lenti permette dunque di vivere la città con una partecipazione intensa e coinvolgente - così ha commentato l'iniziativa l'assessore Orsatti. - Un itinerario per confrontarsi in maniera nuova e curiosa con la storia e gli antichi aspetti della nostra città, scoprendo magari, come sotto il grigio vestito di cemento, Milano sia o meglio sia stata una città d'acqua”.

 

torna all'indice