MILANOMETROPOLI

Le due squadre di calcio di Milano

 

 

Milan, ai posteri l’ardua sentenza


milan ai posteri

Il Milan, dopo un mercato estivo sontuoso con 240 milioni investiti nel calciomercato estivo, ha dovuto affrontare un cambio di allenatore ed un sostanziale ridimensionamento sia in termini di obiettivi stagionali che di valutazione della bontà degli investimenti. Al momento il Milan cinese di Yonghong è frutto di un investimento iniziale di 740 milioni di Euro anche se, a soli nove mesi dall’accordo con Fininvest, il progetto rischia il fallimento.
La compagine milanese, come suggeriscono le scommesse bet365, è al momento largamente sfavorita per una vittoria del campionato di Serie A. Seppur in leggera risalita nella classifica, i rossoneri continuano a faticare molto nel trovare gioco e risultati. E’ fuor di dubbio che i problemi economici, che obbligano il proprietario cinese a mostrare reali garanzie finanziarie al fondo statunitense Elliott, abbiano influito in maniera globale sull’attuale stato della società e, conseguentemente, sui risultati sportivi. La campagna acquisti estiva, sontuosa  e mediatica ma poco ragionata, ha mostrato lacune evidenti in alcuni settori del campo.

 


In totale il Milan ha acquistato 11 giocatori, non includendo nella lista Antonio Donnarumma fin qui decisivo solo nel derby con l’Inter di Coppa Italia. Chi ha giocato quasi sempre è stato Leonardo Bonucci. Quaranta milioni di Euro per il colpo più altisonante del calciomercato estivo. Ad oggi il rendimento è stato nettamente al di sotto delle aspettative, proprio considerando la fama ed i titoli vinti dal centrale ex Juventus. Ha dimostrato di essere in ripresa nelle ultime uscite rossonere ma è ancora lontano dal dimostrare di non essere simbioticamente legato ai bodyguard Chiellini e Barzagli. Ancora più deludenti sono stati i difensori Musacchio e Rodriguez. In particolare Musacchio, arrivato dal Villareal per quasi venti milioni di Euro, non è riuscito ad imporsi al centro della difesa. Bisogno di tempo per adattarsi o oggettivi limiti tecno-fisici?
Passando al centrocampo, gli acquisti di Biglia (reduce da grandi stagioni con la Lazio) e Calhanoglu hanno deluso fortemente le aspettative. Il primo, tra prestazioni opache ed infortuni, ha confermato il pessimo esordio mediatico quando, all’arrivo a Casa Milan, salutò i tifosi con un “Forza Lazio”. Il secondo è in parte giustificato dal recente arrivo in un campionato diverso e dall’equivoco tattico in cui è caduto. Sia Gattuso che Montella gli preferiscono Bonaventura ed inoltre non lo posizionano nel suo ruolo naturale, ovvero dietro le punte. Il solo Kessiè sta rendendo secondo le aspettative.

 


Infine l’attacco, la delusione più clamorosa è quella di Andrè Silva che sembra essere ancora troppo acerbo per competere con le organizzate difese italiane. Può essere in parte giustificato con le poche chances concessegli da entrambi gli allenatori della stagione in corso. Kalinic, pagato profumatamente a trent’anni, ha partecipato poco alla manovra offensiva ed ha segnato solo quattro gol in campionato. Borini, infine, viene impiegato quasi sempre come terzino nonostante sia ufficialmente un attaccante seppur storicamente poco prolifico.
La prossima stagione ci dirà se il Milan, oltre a dover affrontare le incertezze societarie, potrà contare su un parco giocatori di livello e competitivo per le stagioni a venire.

 

 

 

 

casino
MILANO E LE SUE ISTITUZIONI

Milanometropoli.com vi collega con le istituzioni cittadine e vi fornisce la mappa della città

- COMUNE
- CITTA'METROPOLITANA
- REGIONE
- BORSA VALORI
- FIERA MILANO
- AEM
- ATM - METRO
- BUS BY NIGHT
- TRENITALIA
- FERROVIE NORD
- AEROPORTI
Aderite alla nostra pagina Facebook
troverete sempre notizie interessanti su Milano
MAPPA CITTA'
Le vie, le mappe,
i percorsi per girare
in citta

CANI E UMANI
il sito che se
hai un cane
devi conoscere

ASSOCIAZIONE PROPRIETARI RESPONSABILI
ASS.CULTURALE
FERDINANDO VALLETTI
OPINIOS, le opinioni di Manuela Valletti
Blastering News
le top news
da tutto il mondo
Mister Imprese