Le fontanelle di Milano: da oggetto a simbolo di una città

Una grande città si riconosce non soltanto dai grandi monumenti ma anche da quei piccoli oggetti che però nascondono una lunga storia. Nel caso di Milano, si tratta delle tipiche fontanelle verdi con la loro caratteristica forma.

Grazie alla fama ottenuta nel corso negli anni, queste fontanelle sono andate ben oltre la città di Milano.  Si trovano infatti ormai anche in altre città della penisola e perfino i privati cittadini possono averne una per impreziosire il giardino di casa.

Su fonderielamperti.com/ è possibile acquistare la propria fontanella, realizzata seguendo in modo scrupoloso i modelli originali ma offrendo anche la possibilità di averla in diverse dimensioni.

Fontanelle Milano: gli inizi della loro storia

Le fontanelle fanno la loro prima comparsa nel 1931 e alla fine del primo dopoguerra sono già diffuse in tutta la città.

Una curiosità attorno a questi oggetti è che tutte sono fatte in ghisa tranne una, che poi è anche la prima in assoluto a essere stata costruita. La più antica fontanella di Milano è stata infatti realizzata in bronzo e si trova a Piazza della Scala. Fu progettata dall’architetto Luca Beltrami e sulla sua base si trova un mosaico di magnifica fattura.

Fontanelle Milano: una forma iconica

Le fontanelle presenti a Milano hanno un’altezza sul metro e mezzo e sono larghe sui cinquanta centimetri. Rispetto alle classiche fontane, sono riconoscibili per tutta una serie di elementi:

  • il colore verde;
  • la forma a torretta;
  • lo stemma di Milano posto poco sotto al rubinetto;
  • il rubinetto a forma di drago
  • la decorazione a forma di pigna in cima;
  • la vaschetta semicircolare alla base, che fa anche da abbeveratoio per gli animali.

Le fontanelle sono conosciute anche con altri nomi. Vengono chiamate Draghi verdi, per via del colore della torretta e della forma del rubinetto, oppure Vedovelle, per il fatto che dal rubinetto esce sempre qualche goccia, a ricordare quasi il pianto di una vedova.

Qualcuno potrebbe pensare che le Vedovelle, data quest’ultima caratteristica, siano difettose, ma non è così, poiché infatti, la loro struttura di base non prevede degli impianti di chiusura. Tuttavia, questo non comporta sprechi d’acqua, dato che quest’acqua viene condotta al di fuori della città per irrigare i campi.

Fontanelle Milano: dove trovarle

Da semplice oggetto per bere acqua mentre si gira per la città, le fontanelle sono diventate un vero e proprio status symbol di Milano. La loro importanza viene sentita così tanto che vengono addirittura considerate un patrimonio culturale da proteggere e valorizzare il più possibile.

A tal proposito, esiste il sito fontanelle.org, realizzato dall’Associazione Culturale A8b.it, dove è possibile trovare le fontanelle presenti non solo a Milano, ma anche in tutte le altre città sul territorio nazionale.

Il progetto nasce dalla volontà di offrire una mappatura completa di tutte le fontanelle presenti in Italia e di creare una comunità attorno a questi oggetti, desiderosa di renderli dei punti dove potersi incontrare e realizzare eventi significativi e attenta all’utilizzo delle risorse d’acqua.

Questa voce è stata pubblicata in fontanelle di milano e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.