Le regole della consulenza SEO: ecco le cose da sapere

SEO

Il pianeta del web è complesso, guidato da flussi di traffico, strategie di marketing e una continua condivisione di informazioni sempre diverse. Per far decollare l’attività del proprio sito, aumentando le visite e i clic in modo virtuoso (attraverso la diffusione di contenuti di qualità, calibrati su un determinato target) è necessario ricorrere a una consulenza SEO. Il motivo è presto detto: visto che le dinamiche della Rete si fanno ogni giorno più sofisticate occorre trovare il modo migliore (e più performante) per mettere a segno risultati concreti. La sola presenza online, fine a se stessa, non è infatti sufficiente: questo vale per il business di un’azienda esattamente come per il blog di un privato. Niente deve essere lasciato al caso: farsi prendere dalla smania del fai-da-te è un errore: bisogna evitare che la decisione di sbarcare sul web e sviluppare una propria nicchia si riveli una perdita di tempo. Per essere trovati dagli utenti, e possibilmente fidelizzarli, occorre intrecciare una rete di contatti e informazioni facendo leva sugli strumenti della modernità. Tutti possiedono smartphone, pc e tablet: tutti sono potenzialmente in grado di ‘viaggiare’ fino all’altro capo del mondo per compiere acquisti o informarsi su un qualsiasi argomento in modo completo.

A caccia di risultati e di un pubblico ampio

Il linguaggio del web non è di facile accesso, soprattutto per professionisti e aziende desiderosi di mettere a frutto le proprie esperienze e conoscenze offrendole a un pubblico il più vasto possibile: rivolgersi al team di una web agency rappresenta la scelta migliore e anche la più veloce per ottenere risultati. La consulenza SEO serve a rendere tutto questo possibile, attraverso un lavoro ‘dietro le quinte’ che mira al corretto posizionamento di un sito sui motori di ricerca e allo sviluppo di contenuti che siano di vera utilità e facilmente fruibili (e leggibili) da qualsiasi tipologia di utente. Le attività intorno alle quali ruota il lavoro del consulente SEO possono essere suddivise in tre categorie principali: copywriting, link building e monitoraggio dei risultati. La prima racchiude le tecniche impiegate per una scrittura dei contenuti che li renda interessanti e appetibili ai motori di ricerca, la seconda invece rappresenta la creazione di una rete di link tutti riguardanti proprio l’argomento da ‘spingere’ mentre la terza è l’attività che permette di controllare i dati relativi ai risultati raggiunti, consentendo di difendere la posizione di supremazia e di programmare la conquista di nuove fette di mercato.

Cos’è la SEO e come sfruttarla a proprio vantaggio

Partiamo dalle basi e analizziamo questo acronimo entrato ormai di diritto nel linguaggio comune: SEO sta a indicare la ‘Search Engine Optimization’ (ottimizzazione per motori di ricerca), un’attività che riunisce le procedure necessarie a far comparire un contenuto in alto nei risultati di ricerca. Come? L’interesse per quel certo argomento da parte degli utenti è condiviso anche dai motori come Google: ogni contenuto viene analizzato ed eventualmente ‘etichettato’ come interessante, pronto per essere veicolato a chi faccia una certa ricerca. La consulenza SEO rappresenta un valido sostegno nel caso in cui si voglia sfruttare la Rete per aumentare il fatturato aziendale o generare traffico intorno a un blog o un sito e-commerce. La parola chiave qui è ‘visibilità’: essere trovati facilmente sviluppa la fiducia intorno a un brand e genera un aumento delle transazioni. Chi invece si trovi in una situazione di stallo probabilmente non ha ancora compreso le potenzialità di questo strumento: chi non viene trovato, in pratica, è come se non esistesse. Inoltre occorre fare mente locale anche sul fatto che oggi il tempo medio di consultazione delle pagine dei risultati (e in generale dei contenuti) si aggira intorno al minuto – a volte sono attimi o secondi – Ecco perché è importante ‘uscire in alto’ e dotare il contenuto di un titolo accattivante, che catturi l’attenzione. Una corretta strategia di digital marketing passa dunque attraverso la consulenza SEO e fa in modo che il sito web sia visitato e vissuto: i prodotti e i servizi offerti, in questo modo possono beneficiare di una vetrina virtuale ampia e luminosa. Il consulente SEO è sempre aggiornato sugli ultimi sviluppi e i trend del web, conosce le strategie e le variabili che influenzano i flussi di traffico, ha talento e passione: l’esperienza, naturalmente, è un valore aggiunto. Questa persona, all’interno di un più ampio team, saprà dare i migliori consigli per fare in modo che un business compia il salto di qualità online.

Questa voce è stata pubblicata in CONSULENZA SEO e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.